SO-170 – Golfo di Napoli – F. L. Catel

11,5085,00

Stampa d’arte, riproduzione artistica, poster. Dittico (SO– 170 e SO– 171) del pittore Franz Ludwig Catel (Berlino 1778 – Roma 1856). Originaria famiglia di Sedan (Francia), Ludwig Catel frequenta per tre anni l’Ecole des Beaux-Arts a Parigi. Di ritorno in patria, fu illustratore, mosaicista e trattò anche oggetti d’arredamento. Viaggia molto, si ferma a Roma per qualche tempo, poi, con il fratello, torna a Parigi per perfezionarsi in pittura. Tornato a Roma vi rimane prendendo parte attiva nel gruppo dei Nazareni. Più portato però per il paesaggio romantico ed anche classico, si distacca dal gruppo dei Nazareni e incomincia una serie di viaggi quasi ininterrotti nel sud Italia e questo gli permette di entrare nel giro dei “vedutisti” ben visti dalla ricca clientela turistica del “Grand tour”. Continuò per molto tempo a dipingere i luoghi nel sud dell’Italia. La sua era un’attività “en plein air” che incontrò il favore ed il gradimento di molti aristocratici italiani e stranieri. Morì a quasi 80 anni e venne sepolto nella chiesa di S. Maria del Popolo a Roma. Anche in questo dittico la qualità del cartoncino e dell’esecuzione litografica sono decisivi per l’ottima riuscita delle due riproduzioni.

Svuota
COD: SO-170 Categoria:

Descrizione

Stampa d’arte, riproduzione artistica, poster. Dittico (SO– 170 e SO– 171) del pittore Franz Ludwig Catel (Berlino 1778 – Roma 1856). Originaria famiglia di Sedan (Francia), Ludwig Catel frequenta per tre anni l’Ecole des Beaux-Arts a Parigi. Di ritorno in patria, fu illustratore, mosaicista e trattò anche oggetti d’arredamento. Viaggia molto, si ferma a Roma per qualche tempo, poi, con il fratello, torna a Parigi per perfezionarsi in pittura. Tornato a Roma vi rimane prendendo parte attiva nel gruppo dei Nazareni. Più portato però per il paesaggio romantico ed anche classico, si distacca dal gruppo dei Nazareni e incomincia una serie di viaggi quasi ininterrotti nel sud Italia e questo gli permette di entrare nel giro dei “vedutisti” ben visti dalla ricca clientela turistica del “Grand tour”. Continuò per molto tempo a dipingere i luoghi nel sud dell’Italia. La sua era un’attività “en plein air” che incontrò il favore ed il gradimento di molti aristocratici italiani e stranieri. Morì a quasi 80 anni e venne sepolto nella chiesa di S. Maria del Popolo a Roma. Anche in questo dittico la qualità del cartoncino e dell’esecuzione litografica sono decisivi per l’ottima riuscita delle due riproduzioni.

Informazioni aggiuntive

prodotto

,

dimensioni

, , , , ,